De Maria numquam satis

Scriveva S. Luigi Maria Grignion de Montfort, nel suo Trattato della vera devozione a Maria, che una cartina al tornasole della cattolicità di una persona è il suo porsi nei confronti della devozione mariana. Inutile dire che concordiamo pienamente, e quando non riusciamo a seguire qualche teologo nei suoi voli pindarici andiamo a guardare i suoi scritti mariani. Pertanto, in occasione della Solennità dell’Immacolata Concezione, come Sentinelle Vesuviane abbiamo pensato bene di realizzare una doppietta.

 

Dapprima, in occasione della vigilia, abbiamo ospitato a casa di Francesco una conferenza sull’aborto tenuta da Padre Domenico Spadafora O.P., del Convento di Madonna dell’Arco. Il più terribile dei peccati, attaccato sul fronte della fede e della teologia morale, ne è uscito con le ossa rotte.

Poche ore dopo, erano le sei del mattino ed il sole doveva ancora sorgere, ci siamo spostati a Napoli nella chiesa di S. Tommaso d’Aquino, dove al termine di una partecipatissima Messa è stata benedetta dal Vescovo ausiliare di Napoli la statua marmorea di Maria Madre della Vita, opera di un artista pomiglianese, il maestro Luigi Minichino

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Continua a leggere

Annunci

Pulchrum et Bonum sunt idem

Quando lo scorso 30 giugno ci siamo recati a Pompei per la recita del Santo Rosario riparatore per il corteo del pride, eravamo sicuramente convinti di fare una cosa buona. Ora, come dice S. Tommaso (ST I, q. V, art. IV), il buono e il bello coincidono. E che il nostro gesto fosse anche bello è provato dalla non tanto inaspettata vincita del primo premio per il mese di ottobre del concorso fotografico mensile indetto dalla prestigiosa rivista culturale Studi Cattolici.  Continua a leggere

Caserta 9 volte per la Vita

Eravamo centocinquanta oggi pomeriggio a Caserta per la 9° edizione della Marcia per la Vita, organizzata grazie alla tenacia e alla caparbietà del suo numero uno, il preside Paolo Mesolella. Rispetto alle ultime due edizioni si è rovesciato il rapporto di età tra i partecipanti, con i giovani più numerosi dei diversamente giovani.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Continua a leggere

Dies mali sunt (o forse no)

Questi giorni sono cattivi, recitava l’Epistola agli Efesini della XX Domenica dopo Pentecoste (F.E.), ma mi permetto di dire che non è vero. Era il 7 ottobre 2018, anniversario della Vittoria di Lepanto, Festa della Madonna del Rosario, e una quarantina di fedeli, di entrambi i sessi e di tutte le età, provenienti da quattro provincie della Campania, si sono ritrovati al Santuario di S. Michele Arcangelo di Fisciano per trascorrere una giornata tanto forte quanto indimenticabile. Continua a leggere

Sappiamo anche costruire ponti

ponte

In un’epoca in cui il Sommo Pontefice vuole onorare questo suo titolo invitando a costruire ponti e le imprese italiane sono avviluppate in un’intricata storia di mancati controlli e mancate manutenzioni, rilanciamo dal Corriere del Mezzogiorno questa pagina di esaltazione dell’ingegneria napoletana che parla del ponte sul Garigliano, progettato e realizzato dall’ing. Giura. In coppia con il suo gemello costruito sul Calore ad Amorosi questi ponti strallati in ferro celebrarono senza problemi i loro (primi) cent’anni di vita. Ci volle la seconda guerra mondiale, e la malasorte di trovarsi proprio sulla linea Gustav, che andava dalla foce del Garigliano a quella del Sangro passando per Cassino, per veder andare giù l’impalcato del primo.  Continua a leggere

All’attenzione del Ministro della Famiglia

Sottoponiamo all’attenzione del Ministro della Famiglia on. Fontana, decisamente silenzioso nel periodo estivo, quanto accaduto all’ASL NA 1 nell’ultimo mese. A coronamento della sua meritoria opera l’associazione Parrocchia per la Vita era riuscita ad ottenere, a titolo assolutamente gratuito per l’ASL, un locale nell’Ospedale Loreto Mare ed un locale nell’Ospedale S. Paolo per provare ad esercitare opera di informazione ed consulenza in materia antiaborto, ai sensi della famigerata Legge 194.  Non appena la DELIBERA 1713 era diventata di pubblico dominio si è scatenata una ben orchestrata campagna di stampa sui quotidiani cittadini, con lo scopo deliberato di fare pressione sugli organi dirigenti dell’ASL, da parte di persone a cui non si poteva dire di no, per il ritiro della delibera stessa.

Continua a leggere