Dove andiamo mercoledì?

francesco

Mercoledì prossimo 27 dicembre alle ore 18 le Sentinelle Vesuviane saranno a Napoli, nella Chiesa di S. Ferdinando, alla celebrazione della Messa in memoria di Francesco II di Borbone nel 123° anniversario della sua scomparsa.

Annunci

Armi di distruzione di Messa

11267457_10206590658475593_3996021092014810632_n

In trasferta a Napoli dai suoceri con la famiglia al completo, nel tentativo di trovare una Messa di Natale celebrata ad un orario che contemperasse le esigenze di tre generazioni diverse ho digitato su google orario messe vomero, e mi è stato stato suggerito al primo posto il link www.quintodecanato.it , il decanato che copre Vomero, Arenella, Camaldoli e Colli Aminei. Ben in evidenza, il link Orari Sante Messe ha portato all’apertura di un file pdf che suggeriva alle 18.00 la S. Messa nella Chiesa di S. Giovanni Battista dei Fiorentini. Che bravi, ho pensato, altro che il nostro scombinato quinto decanato. Ma mi sbagliavo. Continua a leggere

Buon Natale a chi dice di non avere tempo

 

Come regalo di Natale per gli amici ho scelto questa clip, fresca di arrivo da Betlemme. E’ una produzione della Casa “Hogar Nino Dios”, un centro gestito dalle suore dell’Istituto del Verbo Incarnato che ospita bambini e bambine palestinesi affetti da più  o meno gravi disabilità, quel tipo di disabilità che nel nostro mondo “civile” non li avrebbe fatti andare oltre la prima diagnosi prenatale. Partite con due stanze le suore hanno visto crescere la struttura insieme ai loro piccoli ospiti, finchè sono divenuti adolescenti e hanno richiesto lo sdoppiamento della casa in una maschile ed una femminile. Continua a leggere

Padre Piero Gheddo, nel nome del Padre

Ieri sera le Sentinelle Vesuviane, nella loro riunione settimanale per la recita del Rosario e lo scambio degli auguri natalizi hanno voluto onorare la memoria di Padre Piero Gheddo con la lettura di qualche brano tratto da un volume ripescato in biblioteca, vecchio di venticinque anni ma sempre attualissimo, opera per l’appunto di Padre Piero. Continua a leggere

Noi c’eravamo …

24993645_1789161447761038_3202854213028427857_n

In cauda venenum. La legislatura morente, con la quasi certezza che la prossima sarà ben diversa, vuole lasciarci in eredità un’ultima legge ingiusta. Nell’indifferenza quasi generale domani il senato voterà il ddl sulle DAT. Superfluo sottolineare che è il caso di ricordarsi di chi ha parlato (Gandolfini e Quagliarello in primis), di chi ha taciuto, e di chi voterà sì ad un provvedimento su cui non sarà consentito neppure un emendamento. A noi piace elogiare quei “felici pochi” che oggi a Roma hanno manifestato pubblicamente il loro dissenso. Anche se soltanto una, una sentinella vesuviana era presente.

Consapevoli della nostra storia

Le Sentinelle Vesuviane hanno festeggiato la festa dell’Immacolata Concezione sulla tomba di S. Gaetano nella cripta della Chiesa di S. Paolo Maggiore, insieme a una quota parte della comunità duosiciliana di Napoli. Oltre alla Messa Tridentina il programma prevedeva la benedizione delle bandiere del Regno e l’esibizione di un gruppo folcloristico. La cosa migliore della giornata, e non ce ne vorranno gli altri numerosi attori, è stata l’omelia di Don Giorgio Lenzi IBP, che riproduciamo integralmente nel filmato di apertura.  Continua a leggere

Tradizione Spagnola

23755103_1596777163734701_4523115240995438053_n

I duecento “felici pochi” che nella serata di sabato si sono raccolti in uno splendido salone al piano nobile di un palazzo direttamente affacciato sulla via Toledo di Napoli hanno potuto meditare sulla realtà di un aneddoto riferitto da uno dei relatori:
“Ho ultimato i lavori di costruzione della casa che mio padre aveva intrapreso, ho piantato gli alberi che lui avrebbe voluto piantare e che non ha fatto in tempo a seminare,  raccontava un figlio. Ebbene, in quella casa mi accorsi che il padre non era mai morto”. Continua a leggere

Carmelina Sena Vergine

 

E’ stata una grande gioia ascoltare S.E. Mons. Giovanni Rinaldi elogiare la signorina Carmelina Sena con il titolo di Vergine in occasione delle sue partecipatissime esequie tenutesi questa mattina nella Chiesa di S. Maria delle Grazie a Marigliano.  “Se anche la Chiesa dovesse sfasciarsi, basterebbe un uomo o una donna che avessero conservato la loro verginità per il Regno a testimoniare  la santità della loro causa”, sono state le sue parole. Aveva 96 anni, la signorina Sena, decana dell’AC, ed aveva attraversato tanti periodi della storia vedendo avvicendarsi Papi, Vescovi, Parroci, dedicando interamente la sua vita, da testimone ed educatrice di piccoli e grandi, all’avvento del Regno di Cristo in terra. Tantissimi avranno sentita raccontare la grande avventura della sua vita: Continua a leggere

Con il sorriso sulle labbra

Cina4

Ogni tanto il mio parroco, modernista fino al midollo, riesce ad avere un’uscita incontestabilmente cattolica. L’ultima è stata: “Se non avete il sorriso sulle labbra non potete dirvi cattolici”. Concordo in pieno: uno che ha scoperto un tesoro e non desidera altro che condividerlo con i suoi fratelli come potrebbe essere immusonito, lamentoso, livoroso o rancoroso?
Esempio lampante di quanto detto si può trarre dalla lettura di un volumetto facilmente reperibile (Amazon non lo distribuisce, ma Coletti sì), pubblicato, udite udite, dalla Libreria Editrice Vaticana, tanto che a suo tempo l’ottimo Magister ne attribuiva la stampa a quella pattuglia di irriducibili che non si riesce ad estirpare dal Vaticano. Si tratta di “Vescovi nella terra di Confucio”, e raccoglie le biografie di un centinaio di Vescovi cattolici defunti in comunione con Roma (ricordiamo che quelli non in comunione sono, canonicamente parlando, illeciti ma non invalidi). Continua a leggere