tommaso_moro

C’è una scena del film “Un uomo per tutte le stagioni”, dedicato alla vita e al martirio di Tommaso Moro, già cancelliere di Enrico VIII, poi imprigionato e decapitato per non aver voluto mollare sulla sua fede, che mi ha sempre particolarmente colpito. Sir Thomas, al culmine della sua carriera politica, sta tentando di salvare l’anima di Richard Rich proponendogli un impiego di maestro. “E chi conoscerebbe il mio operato?” gli obietta Richard, che ha ben altre ambizioni e che poi avrebbe tesimoniato il falso nel processo contro di lui pur di ottenere la carica di procuratore del Galles. “Lo sapresti tu, i tuoi allievi, i tuoi amici, lo saprebbe Dio. Mi sembra un buon pubblico”, gli ribatte il santo martire.Ebbene, a una settimana di distanza dalla Marcia per la Vita di Caserta, si allunga la lista dei testimoni che hanno saputo riconoscere il bene contenuto in quella manifestazione.
Iniziarono i ragazzi, che nella loro esuberanza gridavano “Mesolella uno di noi”, e che il TGR, nei due servizi dedicati al corteo e arricchiti con i filmati scaricati guarda caso dal nostro sito, ha pensato bene di silenziare.
Proseguirono i docenti dell’Istituto Foscolo, che riconobbero nel corteo un mezzo per “la crescita culturale e umana degli allievi”.
Si aggiunse un onorevole a Roma, con un’interrogazione al ministro della pubblica istruzione.
Si aggiunsero altre associazioni.
Infine, don Maurizio Patriciello pubblicò un articolo su Avvenire, a compenso dell’assordante silenzio delle diocesi locali, dal titolo emblematico “La verità non può essere nascosta ai giovani”, precisando che “Nessuno è stato costretto da nessuno. Una marcia per la vita non per la morte…   Chi ha paura di dire ai giovani che prima di vedere il sole essi erano già vivi nel grembo della mamma?… Non si può chiedere a un giovane di non maltrattare un gattino e poi far finta di non sapere che il frutto di un aborto è un essere umano cui è stato negato il diritto alla vita… Cambiando le parole nessuno mai sarà in grado di cambiare la realtà e questo i giovani lo sanno. La vita è sacra fin dal primo giorno del concepimento”.

Ci sembra decisamente un buon pubblico.

Annunci