wajda

Augurandosi di ritrovarlo nell’aldilà e di esprimergli di persona tutta la loro ammirazione, le Sentinelle Vesuviane riconoscono in  Andrzej Wajda appena deceduto un maestro, non solo per quanto riguarda la sua impareggiabile arte cinematografica, ma soprattutto per quanto riguarda il suo stile di vita. Figlio di un ufficiale di quella cavalleria polacca magicamente evocata in Lotna (dal nome della cavalla protagonista), impelagato neppure ventenne nella lotta partigiana destinata ad evolversi tragicamente in una guerra civile (e qui mi piace ricordare un dialogo di Maggiore Hubal, “Perché continui a combattere?” “Perché l’ordine di smobilitazione non mi è mai stato personalmente notificato”), attraversò tutto il lunghissimo, interminabile periodo dello stalinismo prima e del comunismo polacco poi senza mai piegare la schiena e senza mai concedere nulla al regime, anzi riuscendo a farsi finanziare dal partito, suprema goduria, film in cui la falce e il martello uscivano con le ossa rotte. Sono quarant’anni che cerco di rintracciare, dopo averlo visto una volta in TV, il suo “Pilato e gli altri”, rievocazione della passione di Gesù basata su alcuni capitoli di “Il maestro e Margherita” di Bulgakov. Implacabile nel mettere a nudo  i giacobini nel suo Danton, sostenitore di Solidarnosc, gli fu concesso di vedere Walesa presidente della repubblica polacca. E infine, alla tenera età di 81 anni, avrebbe firmato quello che ritengo il suo capolavoro, Katyn. Un film in cui c’è tutto: amore per la fede, amore per la patria, coscienza del proprio posto e del proprio dovere, tenacia nel servire e difendere la Verità costi quello che costi. Un altro acuto a 87 anni, “Walesa – L’uomo della speranza”, in cui i senzapotere demoliscono dalle fondamenta la più grande macchina della menzogna che il demonio era riuscita a costruire fino ad allora. Degno contraltare nel campo dell’arte di quelli che furono Karol Wojtyła nel campo della teologia della storia, Jerzy Popiełuszko nel campo del martirio e Lech Wałęsa nel campo della politica.

Annunci