DSC_2639b

Nel giorno in cui un oscuro vescovo della provincia pugliese pensava di aver fiutato il vento e contava di ingraziarsi i futuri padroni sponsorizzando corsi gender nella sua diocesi, Pietro ha parlato. Probabilmente su ispirazione di S. Teresa la piccola, un Dottore della Chiesa, o forse con due giorni di ritardo di S. Michele Arcangelo, acclamato all’unanimità patrono delle Sentinelle Vesuviane, Pietro ha detto:

Essere saldi nella fede è la testimonianza che ha dato questa donna. Credeva che Gesù Cristo, Figlio di Dio, ha lasciato Pietro sulla terra.
Saldi nella fede significa capacità di ricevere dagli altri la fede, conservarla e trasmetterla. Tu hai detto, parlando di questo essere saldi nella fede: “tenere viva la memoria del passato, la storia nazionale e avere il coraggio di sognare e di costruire un futuro luminoso”. Saldi nella fede significa non dimenticare quello che noi abbiamo imparato, anzi, farlo crescere e darlo ai nostri figli.Per essere saldi nella fede bisogna avere memoria del passato, coraggio nel presente e speranza nel futuro.

Anche noi crediamo che Gesù, figlio di Dio, ha lasciato Pietro sulla terra. Anche noi abbiamo riveuto la fede dai nostri padri e dalle nostre madri e ci sforziamo di trasmetterla ai nostri figli. Anche noi abbiamo memoria del passato (tra qualche giono c’è l’anniversario di l.epanto), coraggio nel presente con le nostre vegli silenziose, e speranza nel futuro, se no non ci saremmo costituiti Sentinelle.

Il matrimonio è la cosa più bella che Dio ha creato. La Bibbia ci dice che Dio ha creato l’uomo e la donna, li ha creati a sua immagine (cfr Gen 1,27). Cioè, l’uomo e la donna che diventano una sola carne sono immagine di Dio. Voi non sapete, cari fratelli e sorelle, voi non sapete quanto soffrono i bambini, i figli piccoli, quando vedono le liti e la separazione dei genitori! Si deve fare di tutto per salvare il matrimonio.

Gen. 1,27 campeggiava sullo striscione che abbiamo portato al Family Day. E’ vero, lo ripetiamo, il matrimonio indissolubile tra un uomo e una donna è la cosa più bella che Dio abbia creato.

Tu, Irina, hai menzionato un grande nemico del matrimonio, oggi: la teoria del gender. Oggi c’è una guerra mondiale per distruggere il matrimonio. Oggi ci sono colonizzazioni ideologiche che distruggono, ma non si distrugge con le armi, si distrugge con le idee. Pertanto, bisogna difendersi dalle colonizzazioni ideologiche.

C’è una guerra mondiale in atto, e va combattuta con le idee, la posta in gioco è la colonizzazione ideologica.

Annunci