palmira

Violando tutti i copyright e i diritti d’autore e passando volentieri su tutto quello che non condividiamo sui percorsi di vita dei redattori della rivista, mettiamo in linea il numero 896 de Il Covile, che racconta la vicenda del militare russo Alexander Prokhorenko. Ci sarà sicuramente da fare una robusta tara all’epico racconto degli ultimi minuti di vita dell’ufficiale russo, ma la vicenda, il titolo ed il commento di A.E. sono troppo belli per non rilanciarli ai quattro venti. Ci sono una scelta cosciente di servire, una famiglia, una sposa in attesa del suo primo bimbo, e a confronto di tutto questo il titolo di Eroe della Russia passa decisamente in secondo piano. Beati i popoli che hanno eroi quando ce n’é bisogno.

Annunci